La leggenda di Scuretto a Corinaldo

Le leggende del paese dei “matti”.

GiroMarcando ci porta a Corinaldo, comune conosciuto per la storica festa di Halloween che ad ottobre ci fà vivere un atmosfera da brivido nei vicoli medievali del centro storico.
Corinaldo annoverata dal 2007 come uno dei borghi più belli d’Italia , nel 2009 viene premiata anche dal Touring Club Turismo Italia con la bandiera arancione.  Grazie all’ottima posizione e alle verdi colline che lo circondano conquista anche la bandiera verde per l’agricoltura e l’ottima qualità della vita.
Ma a Corinaldo troviamo anche una delle 12 scalinate più belle d’Italia e una miriadi di storie da raccontare e sono proprio queste che mi hanno stupito positivamente, alcune sono leggende altre storie vere.
Corinaldo
Corinaldo
Iniziamo dal Pozzo della Polenta posizionato a metà della scalinata che secondo la leggenda ha tratto in trappola un contadino che stanco per la scalinata e per il peso del sacco di farina che aveva con se , caddè dentro il pozzo.  Da quel momento gli abitanti dei paesi confinanti li iniziarono a deriderli, convinti che le intenzioni del malcapitato fossero quelle di fare una grande polenta. Tante altre leggende si sono intrecciate con il pozzo , ma c’è una storia vera che merita invece di essere raccontata.
Camminando per il centro storico noterete una casa incompiuta con una sola facciata, bhè si tratta della storia di Scuretto, un calzolaio del paese che agli inizi del 900 riceveva di tanto in tanto del denaro dal filglio che lavorava in America. I soldi dovevano essere destinati per la realizzazione della casa, ma a Scuretto piacevano molto le osterie e così il denaro aveva un altra destinazione.
Un giorno nella lettera che arrivava dall’America con i soldi trovò una richiesta da parte del figlio di avere una foto della casa e così decide di fare solo una facciata, mette delle tende finte, si arrampica con una scala e scatta la foto. Il figlio si accorse però della truffa e non inviò più il denaro. Questa storia è una storia vera a cui oggi è stato dedicato un locale “l’Osteria da Scuretto”. Visitate Corinaldo, oltre 900 metri di mura ben conservate.
Interessante la puntata realizzata a Corinaldo.
Precedente GiroMarcando, in viaggio nelle Marche Successivo Curiosità di Tipicità